Tangenziale: Solo dolori….

Giovedì 5 settembre, si è votato il nuovo POC comunale riguardante l’incompiuta tangenziale nord.
Premesso che riteniamo l’opera di vitale importanza per Novellara per il deflusso dell’alto numero di traffico che quotidianamente transita all’interno del paese, abbiamo deciso di astenerci.
L’astensione deriva dal fatto che, così come proposto, questo “Piano B”, non è altro che un “Piano A” fatto a pezzettini, con la speranza che a livello tecnico sia tutto ok, e senza tener conto dei problemi derivanti dal dividere in due lo stralcio, come evidenziato in (Fig.1).

Il traffico pesante proveniente da Reggiolo e Campagnola potrebbe prendere il percorso [Via Colombo-> Via Giotto -> Strada Valle] passando in sostanza per 3 quartieri tranquilli, popolati da molti bimbi, e per strade non pensate per quel tipo di traffico.
I motivi che spingono il ricorrente a bloccare la tangenziale possono essere molteplici, ma il problema è che l’ufficio tecnico del comune, che si occupa di questo progetto, sistematicamente incorre in errori, sia in tempi recenti che in tempi passati e questo fa da sponda al ricorrente che armato di ottimi appoggi legali trova questi stessi errori.
L’ultima imbarazzante vicenda risale alla famosa legge regionale ad hoc bocciata dalla corte costituzionale, che ha rimandato la palla al consiglio di stato.
Ora, il comune, invece di aspettare che il consiglio di stato si pronunci, continua ad andare avanti per la sua strada, come opposizione questo ci lascia molto basiti.
Il M5S ha sempre chiesto (2014) un “Piano B”, ma si vede che il comune preferisce spendere soldi (dei cittadini) in avvocati e ricorsi, invece che in uno studio di fattibilità vero per il piano b…
Ci auguriamo che la prossima sentenza sia la prima e definitiva a favore del comune.

Lascia un commento