Tag Archives: novellara
26 FEBBRAIO consiglio comunale: Acqua in bocca!!!!
IL MOVIMENTO 5 STELLE DI NOVELLARA IN S.A.BA.R.

Sabato 20 Settembre 2014 S.a.ba.r. ha aperto le porte ai Comitati ambientalisti della Bassa Reggiana (Collettivo Uomo e Ambiente di Guastalla, Acqua Bene Comune di Gualtieri, Comitato Aria Pulita di Cadelbosco Sopra e il Coordinamento Provinciale dei Comitati Ambiente e Salute ) e a semplici cittadini, per mostrare la discarica di Via Levata e dare la possibilità di effettuare controlli in proprio, dopo il caso “Discarica di Poiatica” , con la presenza anche di alcuni esperti : Alessandro Raniero Davoli, ex Consigliere comunale di Castelnuovo Monti e Comunità Montana dell’Appennino, reggiano, il primo a rilevare radioattività anomale presso la già citata discarica IREN di Poiatica di Carpineti, e l’Ing. Achille Cester, ex responsabile Consorzio Waste Management IRC-ISPRA, ENELUCE, SAT Italia PRESSO ENEA Casaccia, Paderno Energia Trattamento Rifiuti Nucleari, controllo radiazioni ionizzanti, esperto qualificato di III grado, consulente del Corpo Forestale dello Stato.
Un’apertura veramente importante, a cui noi Movimento 5 Stelle di Novellara eravamo presenti con diversi attivisti e con il nostro consigliere comunale Giovanni Mulè. Un’occasione di trasparenza rivolta soprattutto alla cittadinanza, dopo i fatti di Poiatica. Un’apertura di difficile gestione da parte degli amministratori S.a.ba.r. che da sempre devono fronteggiare un’opinione generale maldisposta verso tutto ciò che riguarda discariche e rifiuti nel proprio territorio.
La visita si è snodata lungo tutta la discarica e sono emersi dati rassicuranti per ciò che concerne i livelli di radioattività (molto bassi) ed il recupero del gas metano dai depositi di rifiuti interrati.

Tante, veramente tante le domande che i partecipanti hanno rivolto agli amministratori S.a.ba.r. che hanno risposto con sicurezza nell’illustrare le proprie argomentazioni.
Sono state molto apprezzate l’ingegnosità e l’operosità, tipicamente emiliane del ciclo di trattamento rifiuti.
Ma dietro i tanti riscontri positivi, dietro le molte certezze evidenziate, però i dubbi sul futuro di questa nostra parte di territorio ricoperta dai rifiuti ricominciano a riemergere. A fronte di un dichiarato maggiore ascolto dei cittadini, con estensione della raccolta porta a porta progressiva su tutto il territorio degli 8 comuni associati in S.a.ba.r., la prima fondamentale preoccupazione sta nella mancata conoscenza del destino prossimo venturo della discarica, quindi dopo il 2015, anno in cui andrà in esaurimento. Un destino troppo legato e vincolato al PRGR (Piano Regionale Gestioni Rifiuti). La discarica sarà destinata a diventare il polo di recupero del sistema rifiuti, per il trattamento della carta e della plastica da riciclare e per il compostaggio della frazione verde (sfalci e potature). Il mantenimento della discarica “post mortem”, della durata di circa 50 anni, è stato quantificato in un costo di circa 32 milioni di euro, coperto da un accantonamento finanziario in un fondo specifico.
Ricordiamoci sempre che il Comune di Novellara, con la scorsa amministrazione, ha emesso una mozione comune a tante altre amministrazioni comunali della Regione contro una idea del PRGR che prevedeva una interregionalità dei rifiuti, ricevendo il plauso dalla direzione del Partito Democratico, quando in regione è lo stesso Partito Democratico ad avere la maggioranza e potere decisionale in tal senso. Un groviglio di incertezze decisionali che ci portano a chiedere: per Sa.ba.r sarà dismissione graduale o ampliamento ?
Altro dubbio evidente emerso tra i presenti alla visita è dato dall’aumento di rifiuti in arrivo costante nonostante il grave periodo di recessione economica ed industriale in cui versano le nostre aziende ed imprese. Da dove arrivano perciò ? La cittadinanza è inoltre sempre più consapevole dell’importanza del differenziare i rifiuti, quindi già ora lo si realizza sempre di più a livello domestico e conseguentemente sempre meno perciò finisce in discarica. Eppure, i rifiuti conferiti in S.a.ba.r. aumentano. Ed aumentano i nostri timori ed i nostri dubbi sulla loro reale origine territoriale.
Altro quesito non chiarito è stata la mancata spiegazione di quanto possa essere inquinante o meno il gas, prodotto dalla discarica, utilizzato per il riscaldamento della serra. Si tratta di combustione a tutti gli effetti, quindi in qualche modo influenza la salubrità dell’aria.
Dal punto di vista gestionale, la società è stata divisa in due settori, uno privato ed uno pubblico, e non risulta ben chiaro chi sia l’effettivo detentore del potere contrattuale e decisionale.
Ad avvalorare ciò è l’evidente mancanza di libertà decisionale dei comuni in S.a.ba.r. e della S.a.ba.r. stessa nei confronti del colosso IREN, l’altro soggetto partecipe nelle attività in Via Levata.
L’attualità di questi giorni poi, con la Regione in clima elettorale e senza Presidenza, alimenta il fuoco dell’incertezza e dei dubbi sulle linee guida del PRGR e su cosa verrà poi veramente verrà deciso per rifiuti, discariche, inceneritori sul nostro territorio. La nostra speranza invece è sempre rivolta verso un porta a porta sempre più spinto, perché la gestione dei rifiuti deve andare verso il bene dei cittadini e dell’ambiente. Rifiuti come risorsa per il riottenimento di materie pronte per i cicli produttivi, e come opportunità lavorativa, oltre che criterio finalmente meritocratico attraverso una tariffa puntuale.
I cittadini responsabili vogliono dare il proprio contributo attraverso il porta a porta. I cittadini responsabili non vogliono più discariche, non voglio più inceneritori, o come si usa dire più “poeticamente”, termovalorizzatori, che sempre rifiuti bruciano e sempre allo stesso modo inquinano. I cittadini responsabili vogliono pagare meno per lo smaltimento rifiuti. I cittadini responsabili sperano in una vera risposta dell’amministrazione comunale e di S.a.ba.r. che faccia prevalere il nostro futuro e la nostra salute sul mero riscontro economico/finanziario gestionale.

VUOI MIGLIORARE NOVELLARA?

VUOI MIGLIORARE NOVELLARA? PARTECIPA CON IL TUO CONTRIBUTO E LE TUE SEGNALAZIONI. AMA LA TUA CITTA’

anna.grafica

8 per mille alle scuole, una vittoria dei Cittadini Novellaresi!

Il Consiglio Comunale di Novellara, all’unanimità, ha approvato la mozione sull’accesso all’8 per mille all’edilizia scolastica presentata dai consiglieri Stefano Paterlini e Giovanni Mulè del Movimento 5 Stelle durante la seduta consigliare di Giovedi 11 Settembre 2014.
Con questo voto si apre una nuova stagione all’interno del comune, esso vuole essere un deciso segnale che le buone proposte non hanno colore o partito se puntano dirette verso l’interesse esclusivo dei cittadini. con l’8 per mille all’edilizia scolastica ora i cittadini possono scegliere altre destinazioni del tributo e partecipare attivamente al progetto di miglioramento della propria comunità.

Quest’anno, con le nuove norme introdotte dalla legge di stabilità 2014 ma soprattutto grazie ad un emendamento del Movimento 5 Stelle, i cittadini possono effettuare una scelta in merito al suddetto tributo del gettito Irpef; i contributi destinati alla scuola serviranno alla ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento antisismico ed efficientamento energetico degli immobili di proprietà pubblica, grazie alla mozione del Movimento 5 Stelle di Novellara e forti delle vittorie in altri consigli comunali della Provincia. Attualmente i cittadini di Novellara che hanno votato 5 stelle impegnano il Sindaco e la Giunta a fare formale richiesta, di accesso ai fondi destinati dall’8 per mille all’edilizia scolastica e ad apportare al bilancio di previsione le opportune variazioni.

GRAZIE A QUESTA NOSTRA MOZIONE IL COMUNE DI NOVELLARA HA RICHIESTO 246.000 EURO DA DESTINARE A INTERVENTI DI RESTAURO DELLA ZONA EST DELLE SCUOLE ELEMENTARI

UNA SCELTA PONDERATA

Con il presente comunicato il gruppo 5 stelle Novellara intende dare risposta al voto di astensione dato sul bilancio in consiglio comunale IL 24/07.
Premesso che “fare opposizione” per il movimento non è semplicemente un modo per opporsi incondizionatamente alla politica ma significa essere costruttivi, in quanto, il movimento non vota le persone, non vota le ideologie ma vota le idee, che possono essere buone o cattive.
L’astensione al voto durante la seduta consigliare del 24/07 è stata ritenuta opportuna poiché la questione “bilancio comunale” non è un argomento di facile interpretazione soprattutto da chi è nuovo alla politica. Sarebbe stato forse più semplice un NO in prima battuta ma onestamente vogliamo capirne di più e ci riserviamo di esercitare il nostro voto sulle singole proposte man mano che queste verranno presentate a livello istituzionale. Sia considerato poi il fatto che il nostro voto aveva solo un valore simbolico dato che la maggioranza ha 11 consiglieri su 16.
Noi proponiamo un modo nostro di fare opposizione che non ha riferimenti col passato poiché per la prima volta, a Novellara, cittadini liberi da schemi di partito nazionale siedono sui banchi del consiglio comunale e decidono con la loro testa e il loro buon senso.
Stiano tranquilli i nostri elettori sul fatto che saremo degli inesorabili mastini nel fare opposizione sulle scelte dell’amministrazione e sul fatto di rendere di dominio pubblico tutto quello che succederà. Tuttavia non lo vogliamo fare “a prescindere” in quanto di uno schieramento avverso, ma con piena coscienza e cognizione di causa di tutti gli elementi in gioco sulla vita della nostra comunità.
Unitamente a ciò ci proponiamo di essere un’opposizione costruttiva presentando alla maggioranza e all’opposizione, in ogni consiglio, almeno 2 proposte articolate prese dal programma che abbiamo presentato in campagna elettorale sperando che anche i nostri colleghi consiglieri abbiano il nostro stesso atteggiamento reale e concreto verso le necessità e urgenze cittadine.
Semplificazione, trasparenza, agevolazioni per chi vuole fare impresa, rispetto del territorio e tutela degli animali, politiche fiscali come volano per l’economia, sostegno a chi perde o non trova il lavoro. Sono solo alcune delle battaglie sulla cui realizzazione saremo lavoratori instancabili. Siamo arrivati, ora cominciamo, ma prima c’è l’urgenza del capire ed essere ponderati verso le varie scelte.

LA BANCA DEL TEMPO

“La partecipazione, il sentirsi parte e partecipi, non è confinabile alle sole famiglie, ma è un valore e una qualità della scuola e del territorio e deve prevedere spazi, linguaggi e più complessivamente organizzazioni e strategie che la rendono possibile” (Carla Rinaldi Reggio Children).

La partecipazione dei cittadini è l’elemento cardine del nostro progetto della Banca del Tempo, o meglio, parlare di banca del tempo è parlare di partecipazione; la partecipazione diviene un valore significativo all’interno della nostra quotidianità e dei nostri obiettivi. Ogni individuo è portatore di idee, risorse, saperi, ed esperienze che incontrano un gruppo una comunità; idee che incontrano altre ideegenerano nuove idee condivise e condivisibili all’interno di in una rete di azioni concrete a beneficio della comunità locale.

“La banca del tempo cittadina è un istituto di credito di volontariato e di solidarietà dove non si deposita denaro né si riscuotono interessi. La moneta di scambio è il proprio tempo, sotto forma di competenze e servizi che possono spaziare dalle semplici attività quotidiane a vere e proprie prestazioni professionali. Questo istituto si propone di dare organizzazione a ciò che esiste nella comunità come forma di aiuto tra le persone rompendo l’isolamento e consolidando i rapporti di buon vicinato. L’Amministrazione comunale deve avere un ruolo attivo e fondamentale fornendo gratuitamente locali e attrezzature”.

In un tempo di crisi la creatività di ogni cittadino potrà conoscere lo sviluppo delle sue proposte. E’ proprio in questi periodi che si costruiscono momenti in cui un creativo ha la possibilità di far valere le proprie idee e ricercare l’innovazione. Avere a disposizione poche risorse costringe a sfruttarle in maniera intensiva e a ricercare soluzioni alternative. Il dispendio di energie è maggiore, ma la capacità di produrre innovazione ne esce rafforzata.

Incontro con i cittadini – Santa Maria

Novellara 5 Stelle incontra i cittadini al Parco della Fiera di Santa Maria

Comunicato stampa per incontro a 3 Candidati

Quando la Banalità entra in campagna Elettorale – 3

Consigli alla lettura: le polemiche a seguire non vanno lette come attacchi alle persone, ognuno ha la propria storia, ma vanno lette nel contesto dei giochi pre-elettorali.

Nel prendere atto che: in primo luogo ci sono stati dei disguidi POLITICI per l’organizzazione degli incontri all’Americana, ampiamente descritti nel nostro precedente comunicato stampa, ed in secondo luogo noi 3 candidati alla posizione di primo cittadino a Novellara, abbiamo discusso ampiamente su come organizzare tale incontro sotto i portici in data 16/05/2014 per ben due volte (mattina e tardo pomeriggio), in modo da trovare una quadra democraticamente;
Nel prendere atto anche: delle motivazioni per le quali, una delle due candidate preferisce non fare l’incontro in piazza di fronte ai cittadini (che lo richiedono), con la scusante che in piazza ci sarebbero problemi logistici di qualche tipo e che in fase di campagna elettorale si rischierebbe di disturbare gli stessi cittadini che chiedono il confronto in quanto ancora indecisi sulla votazione del 25 Maggio;
Nel prendere atto che: Le richieste di permesso in Ufficio elettorale fino a 24 ore precedenti questo momento, sono state presentate solo da 2 liste di cui una è Novellara 5 Stelle.

Comunico quanto segue:
Novellara 5 Stelle si mette a disposizione 24 ore su 24, da ora e nei prossimi giorni fino al silenzio stampa precedente alle elezioni comunali, per effettuare il dibattito all’Americana a 3, che fino ad oggi si è cercato di combinare;
Novellara 5 Stelle non intende partecipare ad incontri con soli due candidati, perchè non sarebbe corretto nei confronti dei cittadini e della lista mancante;
Novellara 5 Stelle coglie l’occasione nella giornata di oggi per rispondere alle domande dei cittadini, come tutte le domeniche nel banchetto di colonna 7 in Piazza Unità D’Italia.

Ho fiducia nell’elettorato novellarese, e son convinto che sia in grado di capire che ad oggi, prima delle elezioni noi 3 candidati rappresentiamo 1/3 dell’elettorato a testa, pertanto quando parlo di scelte democratiche mi appello almeno ai 2/3 ovvero la maggioranza! Nell’attesa delle dovute risposte, auguro a tutti i nostri avversari, una buona partecipazione alle elezioni, non dico “che vinca il migliore” ma “deve vincere chi toccherà il cuore dei novellaresi”.
Ovvero #vinciamonoi!

Next Page