Tag Archives: discarica
Intenzioni di voto consiglio comunale 27 aprile

Questa sera  si terrà  la seduta del consiglio comunale di Novellara.
Il punto 8) è un ordine del giorno del sindaco riguardante la ricerca di idrocarburi “ Fantozza ” .
Il m5s ne chiede la modifica proponendo un emendamento in cui: “…si ribadisce la contrarietà a qualsiasi progetto e attività di prospezione ricerca e coltivazione di idrocarburi e stoccaggio sotterraneo di gas naturale che prevedono impatti ambientali negativi sul territorio e sulle zone dei sismi del 2012…”
Il nostro obbiettivo è di ampliare il raggio d’azione di tale delibera, per cui non solo devono essere  compresi gli “impatti ambientali negativi” ma “qualsiasi tipo d’impatto ambientale.”
Perché questo?
Ci hanno insegnato fin da piccoli che le parole hanno un senso ed un significato ben preciso.
Perché scritto in tale modo l’ordine del giorno non significa nulla: è un contentino per Aleanna
Resources (che nei suoi rapporti parla di impatti ambientali secondo loro nulli), non scontenta Bonaccini e la sua Giunta Regionale e soprattutto rassicura gli elettori pd che dalla lettura superficiale possono rimanere favorevolmente colpiti da un odg di questo tipo, che a nostro parere è privo di efficacia.
Chi non è contrario ad effettivi negativi sul proprio territorio di una qualsiasi attività ?
Sarebbe davvero assurdo l’opposto. Chiunque su questa Terra lo è.
Il problema vero è che gli effetti, quando si scoprono negativi, significa che si stanno già verificando, cioè che è già troppo tardi per qualsiasi opposizione o contrapposizione.
Ad esempio già nel 2013 con la delibera n. 16, portata in tutti i comuni dell’unione, non veniva fatta nessun tipo di distinzione sulle ricerche, mentre ora si esprime contrarietà solo a ricerche ad impatto negativo: perché oggi si differenzia?
Quali sono gli impatti ambientali non negativi della ricerca  “ Fantozza ” ?
Il m5s è contrario a qualsiasi tipo di ricerca sul nostro territorio a priori anche solo esplorativa, conoscitiva ecc… che abbia come finalità la ricerca di idrocarburi o ancora peggio per lo stoccaggio degli stessi, perché essa può gettare pericolose basi con tutto ciò che ne consegue.
Non è possibile che nel 2017 si parli ancora di idrocarburi e di petrolio, quando è unanimemente accertato che sono una fonte energetica in esaurimento, stimato entro 40 anni. E’ necessario un cambio di rotta immediato verso le rinnovabili e queste concessioni, rinvigorite dallo  “ Sblocca Italia ” di Renzi altro non sono che politica vecchia di 30 anni.
PERTANTO, IL NOSTRO EMENDAMENTO, SE NON VERRA’ ACCETTATO , DETERMINERA’  IL NOSTRO VOTO DI CONTRARIETÀ A QUESTO ORDINE DEL GIORNO, CHE COSI ’ COME  E ’ SCRITTO RAPPRESENTA SOLO FUMO NEGLI OCCHI E NON SERVE A NULL ’ ALTRO CHE A FAR  CORRERE AI RIPARI LE AMMINISTRAZIONI PD, VISTO IL RISCHIO DI PERDITA DI CONSENSO DEI CITTADINI SU UN COSI’ DELICATO ARGOMENTO.

La regione Emilia Romagna ha fatto una pessima figura non comunicando alle amministrazioni locali lo sblocco di tali concessioni.
Chiederemo dov ’erano le amministrazioni comunali nel 2009 quando in regione con Aleanna s’incontravano per discutere del progetto  “Fantozza” ?
Che intenzioni di voto hanno espresso all’epoca i loro predecessori?
Perché non è stata fatta nessuna commissione ambiente trasversale per questa mozione?
Consiglio comunale 27 aprile 2017

Giovedì 27 in consiglio comunale a NOVELLARA, sarà discussa la nostra mozione aria pulita in cui chiediamo alla giunta di prendere dei provvedimenti riguardo al problema dei vari sforamenti che ci sono stati a Reggio e provincia delle polveri sottili; un ODG (punto8) su suggerimento del sindaco chiamato “ricerca idrocarburi area fantozza ” , tema a noi molto caro in vista della raccolta firme a tappeto che stiamo coordinando con il comitato “no fantozza”. Pertanto, invitiamo tutti i cittadini novellaresi a partecipare.

“Tratta bene la terra non è un eredita’ dei nostri padri ma un prestito dei nostri figli”

Antico detto masai, Kenia.

IL MOVIMENTO 5 STELLE DI NOVELLARA IN S.A.BA.R.

Sabato 20 Settembre 2014 S.a.ba.r. ha aperto le porte ai Comitati ambientalisti della Bassa Reggiana (Collettivo Uomo e Ambiente di Guastalla, Acqua Bene Comune di Gualtieri, Comitato Aria Pulita di Cadelbosco Sopra e il Coordinamento Provinciale dei Comitati Ambiente e Salute ) e a semplici cittadini, per mostrare la discarica di Via Levata e dare la possibilità di effettuare controlli in proprio, dopo il caso “Discarica di Poiatica” , con la presenza anche di alcuni esperti : Alessandro Raniero Davoli, ex Consigliere comunale di Castelnuovo Monti e Comunità Montana dell’Appennino, reggiano, il primo a rilevare radioattività anomale presso la già citata discarica IREN di Poiatica di Carpineti, e l’Ing. Achille Cester, ex responsabile Consorzio Waste Management IRC-ISPRA, ENELUCE, SAT Italia PRESSO ENEA Casaccia, Paderno Energia Trattamento Rifiuti Nucleari, controllo radiazioni ionizzanti, esperto qualificato di III grado, consulente del Corpo Forestale dello Stato.
Un’apertura veramente importante, a cui noi Movimento 5 Stelle di Novellara eravamo presenti con diversi attivisti e con il nostro consigliere comunale Giovanni Mulè. Un’occasione di trasparenza rivolta soprattutto alla cittadinanza, dopo i fatti di Poiatica. Un’apertura di difficile gestione da parte degli amministratori S.a.ba.r. che da sempre devono fronteggiare un’opinione generale maldisposta verso tutto ciò che riguarda discariche e rifiuti nel proprio territorio.
La visita si è snodata lungo tutta la discarica e sono emersi dati rassicuranti per ciò che concerne i livelli di radioattività (molto bassi) ed il recupero del gas metano dai depositi di rifiuti interrati.

Tante, veramente tante le domande che i partecipanti hanno rivolto agli amministratori S.a.ba.r. che hanno risposto con sicurezza nell’illustrare le proprie argomentazioni.
Sono state molto apprezzate l’ingegnosità e l’operosità, tipicamente emiliane del ciclo di trattamento rifiuti.
Ma dietro i tanti riscontri positivi, dietro le molte certezze evidenziate, però i dubbi sul futuro di questa nostra parte di territorio ricoperta dai rifiuti ricominciano a riemergere. A fronte di un dichiarato maggiore ascolto dei cittadini, con estensione della raccolta porta a porta progressiva su tutto il territorio degli 8 comuni associati in S.a.ba.r., la prima fondamentale preoccupazione sta nella mancata conoscenza del destino prossimo venturo della discarica, quindi dopo il 2015, anno in cui andrà in esaurimento. Un destino troppo legato e vincolato al PRGR (Piano Regionale Gestioni Rifiuti). La discarica sarà destinata a diventare il polo di recupero del sistema rifiuti, per il trattamento della carta e della plastica da riciclare e per il compostaggio della frazione verde (sfalci e potature). Il mantenimento della discarica “post mortem”, della durata di circa 50 anni, è stato quantificato in un costo di circa 32 milioni di euro, coperto da un accantonamento finanziario in un fondo specifico.
Ricordiamoci sempre che il Comune di Novellara, con la scorsa amministrazione, ha emesso una mozione comune a tante altre amministrazioni comunali della Regione contro una idea del PRGR che prevedeva una interregionalità dei rifiuti, ricevendo il plauso dalla direzione del Partito Democratico, quando in regione è lo stesso Partito Democratico ad avere la maggioranza e potere decisionale in tal senso. Un groviglio di incertezze decisionali che ci portano a chiedere: per Sa.ba.r sarà dismissione graduale o ampliamento ?
Altro dubbio evidente emerso tra i presenti alla visita è dato dall’aumento di rifiuti in arrivo costante nonostante il grave periodo di recessione economica ed industriale in cui versano le nostre aziende ed imprese. Da dove arrivano perciò ? La cittadinanza è inoltre sempre più consapevole dell’importanza del differenziare i rifiuti, quindi già ora lo si realizza sempre di più a livello domestico e conseguentemente sempre meno perciò finisce in discarica. Eppure, i rifiuti conferiti in S.a.ba.r. aumentano. Ed aumentano i nostri timori ed i nostri dubbi sulla loro reale origine territoriale.
Altro quesito non chiarito è stata la mancata spiegazione di quanto possa essere inquinante o meno il gas, prodotto dalla discarica, utilizzato per il riscaldamento della serra. Si tratta di combustione a tutti gli effetti, quindi in qualche modo influenza la salubrità dell’aria.
Dal punto di vista gestionale, la società è stata divisa in due settori, uno privato ed uno pubblico, e non risulta ben chiaro chi sia l’effettivo detentore del potere contrattuale e decisionale.
Ad avvalorare ciò è l’evidente mancanza di libertà decisionale dei comuni in S.a.ba.r. e della S.a.ba.r. stessa nei confronti del colosso IREN, l’altro soggetto partecipe nelle attività in Via Levata.
L’attualità di questi giorni poi, con la Regione in clima elettorale e senza Presidenza, alimenta il fuoco dell’incertezza e dei dubbi sulle linee guida del PRGR e su cosa verrà poi veramente verrà deciso per rifiuti, discariche, inceneritori sul nostro territorio. La nostra speranza invece è sempre rivolta verso un porta a porta sempre più spinto, perché la gestione dei rifiuti deve andare verso il bene dei cittadini e dell’ambiente. Rifiuti come risorsa per il riottenimento di materie pronte per i cicli produttivi, e come opportunità lavorativa, oltre che criterio finalmente meritocratico attraverso una tariffa puntuale.
I cittadini responsabili vogliono dare il proprio contributo attraverso il porta a porta. I cittadini responsabili non vogliono più discariche, non voglio più inceneritori, o come si usa dire più “poeticamente”, termovalorizzatori, che sempre rifiuti bruciano e sempre allo stesso modo inquinano. I cittadini responsabili vogliono pagare meno per lo smaltimento rifiuti. I cittadini responsabili sperano in una vera risposta dell’amministrazione comunale e di S.a.ba.r. che faccia prevalere il nostro futuro e la nostra salute sul mero riscontro economico/finanziario gestionale.

Serata Informativa sui Rifiuti e Acqua Pubblica

matteo.olivieri_pic

Con la Partecipazione di Matteo Olivieri, consigliere 5 stelle a Reggio Emilia, il Movimento 5 stelle di Novellara, organizza un evento di informazione sui rifiuti, la raccolta differenziata, la gestione migliorativa ed il riciclo. A presenziare la serata ci sarà tutta la lista di Novellara 5 Stelle, ed a fine programma saremo disponibili per domande da parte del pubblico.

Assemblea Partecipata

NO! alla mala gestione dei Rifiuti, SI! alla differenziata