A PROPOSTITO DI PALASPORT….

 

Ogni giunta comunale che si è insediata a Novellara negli ultimi 20 anni, ha presentato un proprio progetto di palasport. 

Correva l’anno 2012, 31 gennaio, la giunta capitanata dal l’allora sindaco Daolio, approvava all’unanimità il nulla osta al “rilascio del permesso di costruire del Palazzetto dello Sport richiesto dalla società Pala-Arbor srl in deroga alle vigenti disposizioni, per poter avviare i lavori a primavera.
Il Sindaco Raul Daolio al momento della presentazione del progetto ha voluto ricordare come l’urbanistica sia in difficoltà in questo momento di crisi economica e che il progetto, pur se modificato rispetto al precedente, resta invariato nelle caratteristiche organizzative e strutturali.
Le caratteristiche del progetto, introdotto dalla Responsabile del settore “Uso e assetto del territorio” Sara Tamborrino e presentato direttamente dai progettisti, confermano come la struttura, che sorgerà nel settore sud occidentale del capoluogo sulle ceneri di un ex struttura industriale e produttiva, offrirà risposte concrete ai bisogni dello sport locale anche a livello agonistico.
Il Palasport, omologato per 600 posti ha caratteristiche tecniche molto elevate: a piano terra saranno creati il campo da gioco, quattro spogliatoi per gli atleti, una infermeria e una portineria; al primo livello saranno collocati due spogliatoi, un locale anti doping, una sala stampa (o locale misto per atleti e giornalisti sportivi) e un locale per le associazioni sportive.
La zona di gioco si caratterizza per l’estrema fruibilità e la flessibilità d’uso: canestri movibili, tribuna retrattile, infatti, garantiranno efficienza nell’uso degli spazi anche durante gli allenamenti e di differenti attività sportive. E’ inoltre prevista una tribuna balconata a servizio della squadra ospite con accessi separati e tribuna stampa collegata direttamente alla sala stampa.
Nella zona esterna i parcheggi saranno prevalentemente seminterrati e diversificati in base alla tipologia di mezzo (auto, bici, moto e bus per atleti e spettatori).( da: il portico; gennaio 2012)”

Sembrava già cosa fatta quindi con un cantiere pronto a partire in primavera. 

Poi il terremoto, poi il nulla di fatto, soldi e tempo dei cittadini che vanno.

Oggi, ci trovano a discutere un altro ambizioso progetto palasportivo, nel quartiere della piscina, altra giunta, altro progetto. 

Progetto nato da uno studio tecnico privato bolognese. 

Un progetto studiato nell’arco temporale di 15 anni, che al momento vede solo il contributo finanziario della sola regione Emilia Romagna, dal costo preventivato di 700 mila euro, più piccolo di quello della giunta Daolio, si parla di 400 posti.  

Come movimento 5 stelle siamo favorevolissimi al progetto, a Novellara manca un serio polo sportivo, ma abbiamo alcune considerazioni da fare:

  1. Il nuovo palazzetto o area sportiva, deve avere tutte le caratteristiche a impatto ambientale zero che sono care al movimento: materiali ecosostenibili, pannelli solari ecc..;
  2. I progetti che ci hanno presentato sono 4, e tutti e quattro presentano un basso numero di parcheggi per gli utenti, si ritroverebbero, infatti ad usufruire del parcheggio della coop. immaginate infatti se si accavallassero diverse gare o manifestazioni sportive, sarebbe un disastro;
  3. La mancanza di una pista ciclabile che porti all’area. Dai progetti visti si evince infatti che le piste ciclabili che porterebbero al palazzetto non se ne vedono. Esse sarebbero un incentivo a lasciare a casa la macchina, visti i pochi parcheggi presenti.

In base anche a una delle nostre stelle: democrazia partecipata, ci impegneremo fin tanto che il comune permetta ai cittadini di visionare i progetti in questione e che siano essi stessi a scegliere quale è il migliore per Novellara. 

 

Lascia un commento